implantologia

nuova-immagine-5Il Centro di Terapia Implantare di Trebbo di Reno è una struttura privata specializzata nella riabilitazione orale implanto-protesica.

Nel nostro centro si effettuano ogni anno centinaia di impianti dai più semplici ai più complessi anche in presenza di scarsissimo osso. Tutto ciò è possibile grazie alla notevole specializzazione del Centro e del Team nella implantologia orale.

L’utilizzo esclusivo di impianti certificati assieme alla progettazione computerizzata 3D, che si ottiene a partire dalla TAC cone-beam di ultima generazione, rendono infatti assolutamente predicibile ed affidabile qualsiasi terapia implanto-protesica

Un modernissimo reparto chirurgico con sale operatorie dotate delle ultime tecnologie proposte dal mercato garantisce massimo confort ed assoluta sterilità.

IMPLANTOLOGIA SINGOLO ELEMENTO

Ormai affidabile e sicura la tecnica della implantologia osteointegrata offre al paziente l’opportunità di inserire nuovi elementi in aree edentule ripristinando così un efficiente masticazione. Gli impianti dentali da noi utilizzati sono certificati e possono sostituire denti singoli o gruppi di denti mancanti, oppure consentono di fissare saldamente le protesi rimovibili permettendo di ripristinare il comfort, l’estetica e la sicurezza perdute. Gli impianti consentono di replicare fedelmente l’estetica della dentatura naturale oltre che a garantire comfort e funzionalità.

situazione iniziale
situazione iniziale
impianti in situ
impianti in situ
monconi su impianti
monconi su impianti
corone ceramiche su impianti
corone ceramiche su impianti
situazione iniziale
situazione iniziale
impianti in situ
impianti in situ
monconi su impianti
monconi su impianti
corone ceramiche su impianti
corone ceramiche su impianti

Implantologia in carenza di osso


Nel nostro studio effettuiamo interventi di rigenerazione ossea orizzontale, verticale e ad inlay (rialzo del seno mascellare e/o delle cavità nasali), utilizzando innesti di osso autologo (prelievi intra- ed extra-orali).
Le procedure utilizzate sono conformi alle più moderne tecniche chirurgiche che includono l’uso di membrane riassorbibili, non riassorbibili e l’uso di placche da osteosintesi in titanio.
La scelta di utilizzare i prelievi intraorali permette la più alta probabilità di integrazione degli innesti con il minor disconfort post-operatorio per il paziente. A volte però, nei casi di atrofia ossea importante ed avendo bisogno di  grandi quantitativi ossei, utilizziamo il prelievo dalla cresta iliaca.

tecnica di mini rialzo

CASO CLINICO: mini rialzo del seno mascellare.
Permette di inserire gli impianti quando mancano gli spessori ossei corretti. la tecnica prevede un accesso crestale, il sollevamento della membrana di rivestimento sinusale, l’inserimento di materiale rigenerativo con PRF ed il contestuale inserimento degli impianti.

situazione iniziale
situazione iniziale
fase iniziale di innesto osseo
fase iniziale di innesto osseo
fase finale di osteointegrazione
fase finale di osteointegrazione
impianto con corona
impianto con corona
situazione iniziale
situazione iniziale
fase iniziale di innesto osseo
fase iniziale di innesto osseo
fase finale di osteointegrazione
fase finale di osteointegrazione
impianti con corone
impianti con corone
situazione iniziale
situazione iniziale
esposizione delle viti
esposizione delle viti
monconi sulle viti
monconi sulle viti
corone ceramiche su impianti
corone ceramiche su impianti

tecnica del grande rialzo

CASO CLINICO: grande rialzo del seno mascellare.
Per  atrofie importanti dell’osso mascellare, questa tecnica prevede il riempimento del fondo sinusale di materiale rigenerativo e PRF , attraverso una botola laterale.

implantologia
implantologia
implantologia

innesto con prelievo extraorale

 Nuova immagine (11)CASO CLINICO: innesto osseo con prelievo extra-orale. Per una riabilitazione completa di una arcata intera, in caso di grave atrofia ossea, è necessaria una importante quantità di osso da innestare. in queste circostanze prediligiamo il prelievo osseo dalla cresta iliaca. Clicca sulla foto per saperne di più….

FULL ARCH IMMEDIATO (I.F.A.)

Oggi è possibile eseguire una riabilitazione completa in un UNICO INTERVENTO anche se c’è ancora qualche dente residuo. Il risultato é pressoché immediato: già il giorno dopo, infatti, é possibile sfoggiare una dentatura bella, completa e soprattutto garantita.La nuova tecnica (I.F.A.), , permette di inserire gli impianti anche in condizioni di scarsissima quantità di osso. Grazie all’utilizzo, poi, di nuovi sistemi radiografici tridimensionali (CBTC) è possibile costruire speciali guide che semplificano tantissimo l’intervento chirurgico. A tal punto che, in alcuni casi, non è neanche necessario aprire le gengive. L’intervento è così estremamente semplificato ed indolore.

ifasmontatoimplanto – protesi avvitata

  • implantologia
    situazione iniziale
  • implantologia
    dopo 24 ore
  • implantologia
    situazione iniziale
  • implantologia
    dopo 24 ore
  • implantologia
    situazione iniziale
  • implantologia
    dopo 24 ore
  • implantologia
    situazione iniziale
  • implantologia
    dopo 24 ore

la tecnica  permette di sostituire una protesi mobile o una dentatura insufficiente con una completa arcata dentaria (10/12 elementi) bella e funzionante già dopo 24 H.

protesi estetica su mini-impianti

.

CASO CLINICO: utilizzo di mini-impianti in gravi atrofie ossee
a volte la perdita ossea è tale da non poter essere facilmente ricostituita. E’ necessario sottoporsi ad interventi notevolmente invasivi (prelievo osseo da cresta iliaca), scarsamente predicibili e che si protraggono nel tempo. In questi casi la protesi estetica su mini-impianti garantisce risultati estetici apprezzabili ottenuti in pochissimo tempo.

implantologia
implantologia
implantologia
implantologia
implantologia

Protesi Mobile su Impianti

La soluzione ideale per chi è portatore di protesi mobile da anni. Spesso si raggiunge  un grado di atrofia ossea tale  che le protesi non sono più ferme. Provocano così continue piaghe da decubito che limitano molto la normale masticazione. I portatori di protesi instabili spesso sono costretti a toglierle con pesante compromissione della vita di relazione. Adesso, è possibile risolvere definitamente il problema con l’inserimento, rapido ed indolore, di impianti trans-mucosi che permettono di “abbottonare” le protesi stabilizzandole.

 

implantologia
implantologia
implantologia
implantologia

LA SEDAZIONE COSCIENTE

Nel nostro studio utilizziamo la SEDAZIONE COSCIENTE o ANALGESIA SEDATIVA alla presenza di un medico anestesista.

La paura delle cure odontoiatriche è diffusissima, tanto che molte persone rinunciano finché possono a rivolgersi al dentista e, quando lo fanno, cercano di limitarsi al minimo indispensabile.
Questo atteggiamento conduce molto spesso alle estreme conseguenze, che consistono nel ricorso alle protesi mobili, alle dentiere, anziché alle procedure impiantari che portano sì a riavere una bocca perfetta, ma sono indubbiamente più coinvolgenti per i timorosi.

L’implantologia è una procedura che in realtà non provoca dolore né durante l’intervento, poiché si è sotto anestesia locale, né dopo la terapia, anche perché vengono somministrati farmaci appositi, ma nonostante ciò molte persone hanno paura anche della sola parola ‘chirurgia’.

Per questo, da qualche anno, preferisco ricorrere alla ‘sedazione cosciente’, procedura nella quale l’anestesista somministra al paziente farmaci che conducono ad uno stato di grande tranquillità ed imperturbabilità, anche se in piena coscienza.

La procedura viene attuata alla poltrona dello studio dentistico, non richiede ricovero, ed ha la durata limitata all’intervento. Alla fine delle cure vengono somministrati antidolorifici ed antiinfiammatori che procurano un periodo postoperatorio privo di dolore e gonfiore: il paziente non ricorda precisamente la durata né i particolari della chirurgia, ritenendo di solito che il tutto si sia svolto in tempi molto più brevi di quelli reali e senza aver percepito niente di ‘invasivo. 
Al termine viene ‘risvegliato’ dal torpore ed è pienamente in grado di riprendere l’attività abituale e la vita sociale, anche se è preferibile che non guidi l’automobile fino al giorno successivo.
Nel nostro studio utilizziamo la SEDAZIONE COSCIENTE o ANALGESIA SEDATIVA alla presenza di un medico anestesista. La paura delle cure odontoiatriche è diffusissima, tanto che molte persone rinunciano finché possono a rivolgersi al dentista e, quando lo fanno, cercano di limitarsi al minimo indispensabile. Questo atteggiamento conduce molto spesso alle estreme conseguenze, che consistono nel ricorso alle protesi mobili, alle dentiere, anziché alle procedure impiantari che portano sì a riavere una bocca perfetta, ma sono indubbiamente più coinvolgenti per i timorosi. L’implantologia è una procedura che in realtà non provoca dolore né durante l’intervento, poiché si è sotto anestesia locale, né dopo la terapia, anche perché vengono somministrati farmaci appositi, ma nonostante ciò molte persone hanno paura anche della sola parola ‘chirurgia’. Per questo, da qualche anno, preferisco ricorrere alla ‘sedazione cosciente’, procedura nella quale l’anestesista somministra al paziente farmaci che conducono ad uno stato di grande tranquillità ed imperturbabilità, anche se in piena coscienza. La procedura viene attuata alla poltrona dello studio dentistico, non richiede ricovero, ed ha la durata limitata all’intervento. Alla fine delle cure vengono somministrati antidolorifici ed antiinfiammatori che procurano un periodo postoperatorio privo di dolore e gonfiore: il paziente non ricorda precisamente la durata né i particolari della chirurgia, ritenendo di solito che il tutto si sia svolto in tempi molto più brevi di quelli reali e senza aver percepito niente di ‘invasivo. Al termine viene ‘risvegliato’ dal torpore ed è pienamente in grado di riprendere l’attività abituale e la vita sociale, anche se è preferibile che non guidi l’automobile fino al giorno successivo.
 

telefonaci

Stefano Mega – docplanner.it